FROSINONE – 03 NOV – “Via libera al pagamento dei trattamenti di mobilità in deroga per i lavoratori delle aree complesse di Rieti e Frosinone. Oggi è stato superato un ultimo passaggio amministrativo che permetterà ai lavoratori che hanno perso ogni forma di sussidio nel corso del 2017, di continuare a ricevere un sostegno al reddito. Una rilevante novità rispetto al passato è che tale sostegno impegna i lavoratori a partecipare a piani di politiche attive finalizzate al reinserimento nel mercato del lavoro”.

Lo dichiara in una nota l’assessore al Lavoro, Pari opportunità e Personale della Regione Lazio, Lucia Valente. Il Lazio – grazie al via libera da parte dell’Inps – ha iniziato a inviare telematicamente all’Istituto le richieste di pagamento a favore dei lavoratori. Sarà poi l’Inps a effettuare gli accrediti per i prossimi mesi per un importo medio mensile di 1.629 euro, comprensivo delle contribuzioni previdenziali e assegni familiari. In questa prima fase sono 622 i lavoratori coinvolti, di cui 585 dell’area di crisi complessa del frusinate e 37 del reatino.

“Oggi – conclude Valente – il piano creato su misura per i disoccupati delle aree di crisi industriale complessa di Frosinone e Rieti compie un passo decisivo. E’ un piano importante, frutto della collaborazione fra lo Stato e la Regione Lazio e della straordinaria capacità di ascolto del territorio da parte dei sindacati dei lavoratori che, per la prima volta diventano protagonisti delle politiche attive programmatiche della Regione”.