FROSINONE – 11 LUG – Sono stati fermati in flagranza mentre stavano fuggendo dopo aver messo a segno un colpo in un’attività commerciale nella parte bassa di Frosinone: a finire nella rete della polizia sono stati due fratelli, residenti nel capoluogo ed entrambi con precedenti: sono stati arrestati dagli agenti della squadra Volante della Questura, coordinati dal dottor Flavio Genovesi.

I fatti: i due nella notte – stando alle accuse – sono entrati in un’attività commerciale specializzata nella vendita di materiale termoidraulico rubando condizionatori per l’ambiente. Ma hanno fatto cosi tanto rumore che la titolare che abita al piano di sopra – una volta sentito il trambusto – è uscita in balcone allertando, al tempo stesso, il 113.

Tempestivo l’intervento delle pattuglie del reparto volanti che in brevissimo tempo hanno intercettato i due fratelli, uno 46enne l’altro 38enne, mentre erano intenti a fuggire per le vie limitrofe scavalcando una recinzione.

Gli agenti sono riusciti anche a localizzare la refurtiva che era stata abbandonata dai due ladri.

La proprietaria dell’esercizio commerciale che – come detto –  dopo aver sentito i rumori si era affacciata sul terrazzo dell’abitazione ha riconosciuto inequivocabilmente sia gli autori del furto sia i climatizzatori asportati.

Per i due fratelli, residenti a Frosinone, ma con un divieto di dimora dallo stesso capoluogo è scattato l’arresto.