Frosinone – Sacco, il ministro Costa alla Camera: “Individueremo i responsabili”

FROSINONE – 05 DIC – Nel fiume Sacco “le analisi effettuate dai nostri operatori hanno rinvenuto tensioattivi, quindi hanno origine di tipo industriale, non depurata. Adesso, le sotto analisi andranno a verificare per cosa servivano e a risalire direttamente al presumibile soggetto colpevole. Si è aperto nel frattempo presso la Procura della Repubblica competente un fascicolo per disastro ambientale, ovviamente c’è l’autonomia dell’autorità giudiziaria quindi mi riservo di non dire nulla sull’argomento”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa in risposta al question time di oggi alla Camera.

“Abbiamo già un piano straordinario di interventi della Capitaneria di porto e dei Carabinieri forestali. Per il Sin abbiamo già firmato 40,8 milioni di euro per l’avvio delle bonifiche, aspettiamo i progetti della Regione Lazio. Inoltre – conclude Costa – il 20 dicembre incontreremo i 19 sindaci presso il ministero dell’Ambiente per fare il punto della situazione. La vicenda del fiume e della Valle del Sacco ci sta a cuore”.