FROSINONE – 17 MAG – Non era solamente la loro casa, ma anche un vero e proprio laboratorio della droga. E’ questo quanto sostengono di aver scoperto gli agenti della squadra volante della Questura di Frosinone, che durante un blitz all’interno di un’abitazione di Via Cosenza a Frosinone, hanno arrestato una coppia e sequestrato marijuana e tutto l’occorrente per la filiera: dalla coltivazione allo spaccio. A finire in manette un 36enne autista Cotral e la sua compagna.

I due, entrambi di origine campana, ma da tempo residenti nel capoluogo ciociaro, avevano all’interno della loro abitazione una serra per la produzione della marijuana con annesso laboratorio. Gli agenti diretti dal dottor Genovesi avevano puntato gli occhi sulla coppia e su quella casa da diversi mesi. Dopo una serie di appostamenti i dubbi si sono esauriti con l’irruzione e la scoperta del laboratorio.

Agenti ed unità cinofile sono entrati in casa scoprendo all’interno di una stanza il locale ad hoc per coltivare lo stupefacente. Lampade ed un sistema corretto di aerazione permetteva, a detta degli inquirenti, di coltivare le piante, essiccarle e preparare le dosi da immettere sul mercato. In casa, oltre a 300 grammi di stupefacente sono stati trovati anche 3000 euro in contanti, considerati provento dell’attività di spaccio. I due sono accusati di coltivazione ai fini di spaccio di stupefacente.