FROSINONE – 20 LUG –  L’autorità giudiziaria ha confermato il sequestro che il 6 luglio scorso carabinieri e guardia di finanza effettuarono in flagranza di reato   a Tecchiena di Alatri dove bloccarono 3 uomini , tutti napoletani tra i 20 e 40 anni, che cercavano di incassare diverse somme di denaro suddivise tra  11 vaglia circolari ciascuno di   4.900 euro, 8 carte di credito e carte bancomat,   ricariche   Postpay,   10.115 euro in contante,   per un totale di oltre 64 mila euro.

Il tutto era riconducibile a tre cittadini napoletani che – secondo le accuse –  pur risultando nullatenenti muovevano grosse somme di denaro provento di  attività illecite e, considerata la contiguità delle persone controllate al clan Contini  di Napoli, quei soldi – ritiene l’accusa –  sarebbero stati destinati ai sodali per il favoreggiamento di latitanti e per le spese giudiziarie dei detenuti. Il sequestro avvenuto il 6 luglio in flagranza di reato, è stato oggi confermato con un decreto dell’autorità giudiziaria e notificato   dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale  di Frosinone e quelli  della Compagnia di Alatri, unitamente al personale della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi,   a carico dei tre che al momento risultano indagati per Riciclaggio di denaro.