Frosinone – I sindacati in coro: “Serve patto per l’attrattività della Ciociaria”

FROSINONE – 13 NOV – I tre sindacati confederali, insieme, per rilanciare un concetto semplice, ma che ormai sembra irraggiungibile: rilanciare gli investimenti sul territorio per rendere attrattiva la Ciociaria. I segretari Coppotelli, Briganti e Stamegna, ne hanno parlato in mattinata a Frosinone nel salone di rappresentanza del Palazzo della Provincia durante l’attivo unitario delle tre sigle sindacali.

            Nell’incontro si è discusso della riforma delle pensioni e delle politiche giovanili per il lavoro, ma anche delle misure di welfare e sanità in Ciociaria, dove ci sono sempre più poveri e servizi sempre più carenti. Come detto però Coppotelli, Briganti e Stamegna hanno sottolineato la necessità di un patto per l’attrattività del territorio. L’obiettivo è quello portare nuove aziende ed ampliare quelle esistenti grazie ad una sorta di marketing territoriale per spiegare quanto possa essere vantaggioso, in termini di competitività, investire in provincia di Frosinone.

            Con quali strumenti si può raggiungere questo target? Con quelli che la legge mette a disposizione. Si dovrà puntare quindi sulla zona franca urbana per il sorano, area di crisi industriale, complessa e non complessa, la vendita della Vdc e lo stabilimento FCA. Questi gli strumenti suggeriti dai sindacati, il resto lo può fare solo la politica.