FROSINONE – 27 OTT – Scuole, locali, vie del centro, le tradizionali piazze dello spaccio: è stato un venerdì di controlli intensificati da parte della questura di Frosinone per cercare di arginare tutti i reati legati agli stupefacenti.

Servizi di questo tipo, tipici del weekend, sono iniziati con una frequenza maggiore in concomitanza con l’avvio dell’anno scolastico e con le direttive del Ministero Scuole sicure. Da quasi due mesi ormai i blitz a sorpresa nelle scuole sono diventati assidui. L’obiettivo infatti è puntare sulla prevenzione.

Anche venerdì i poliziotti sono tornati in azione in alcuni istituti del capoluogo, anche con l’aiuto delle unità cinofile. Controllate le aule, gli spazi comuni, le aree esterne delle scuole. Ma non ci è limitati a questo. Gli uomini della squadra volante della Questura, coordinati dal dottor Flavio Genovesi, con il supporto dei colleghi del reparto prevenzione crimine lazio e delle unità cinofile, hanno passato al setaccio anche i locali più frequentati dai giovani, le vie più affollate, i posti conosciuti come ritrovo di pusher e tossicodipendenti. Sono stati sequestrati durante questa operazione 400 grammi di marijuana, che sicuramente sarebbe stato venduto per movimentare le serate del weekend.