Frosinone – Tenta il furto col minore, arrestata 23enne Rom

FROSINONE – 30 DIC – Era riuscita ad entrare in casa di una anziana signora, nel centro storico di Frosinone e ad impossessarsi di 850 euro in contanti, ma è stata bloccata ed arrestata dai carabinieri. A finire in cella, nella sezione femminile del carcere di Rebibbia, una 23enne domiciliata presso un campo rom della capitale. La donna portava con sé un minorenne, un pezzo fondamentale secondo i militari per commettere questo genere di reati.

            La tecnica è consolidata e consiste nell’individuare persone, soprattutto anziane e sole, per poi attendere che queste ultime escano di casa. Il minore entra in scena una volta raccolta la refurtiva: i bambini, tutti di età inferiore ai 14 anni si prendono la refurtiva e scappano, perché a loro la giustizia non può far nulla.

            Anche stavolta sarebbe dovuta andare così: la 23enne ha forzato una finestra ed è entrata in casa, ma proprio mentre stava per affidare gli 850 euro alla minore che aveva con sé sono entrati in scena i militari del NORM della compagnia del capoluogo. La donna, definita esperta ladra di appartamenti visto che era stata beccata già più volte da quando era minorenne, è stata arrestata, mentre la bambina affidata a chi ne detiene la patria potestà.