FROSINONE – 17 SET – Usufruivano di rimborsi fiscali per impianti energetici mai eseguiti: finiscono ai domiciliari 7 imprenditori, tra cui 2 ciociari. Si tratta di Marcello e Marco Perfili.

     Con l’operazione “Energia Cartolare” la guardia di finanza di Treviso ha scoperto una maxi frode da 500 milioni di euro sui cosiddetti “Titoli di Efficienza Energetica” ed ha sequestrato in totale beni per 110 milioni di euro tra Padova, Frosinone, Cosenza e Treviso.

     Si tratta di progetti di efficientamento energetico, in realtà mai eseguiti. Gli agenti hanno accertato che i fornitori di società che detenevano “certificati bianchi”, incaricati ad ‘evadere’ le pratiche, erano evasori totali, oppure presentavano dichiarazioni annuali con valori irrisori, e comunque incongrui rispetto a quelli indicati dai clienti.

     I due imprenditori ciociari Perfili sono assistiti dagli avvocati Calogero e Antonino Nobile. I difensori hanno già chiesto copia di tutti gli atti ed emerge che si è di fronte a un’inchiesta poderosa che ha esaminato circa 3/4mila interventi risalenti negli anni. L’ultimo dei quali è del 2017. Gli avvocati dicono di confidare in una rapida conclusione delle indagini per poter dimostrare, nelle opportune sedi, l’assoluta estraneità dei loro assistiti.