FROSINONE – 01 AGO – E’ un vademecum per trascorrere in tranquillità questo scorcio di estate, sia se si resta a casa sia se si va in vacanza: stiamo parlando dei consigli della Questura di Frosinone per un “Agosto sicuro”.

Si parte da una premessa: in estate furti e rapine aumentano fisiologicamente: le case si svuotano per le vacanze ed in molti casi le persone, soprattutto anziane, restano sole.

Ma allora cosa bisogna fare per sentirsi più tranquilli in casa o lontano dalla propria abitazione?

Anzitutto – osserva la Polizia di Stato – si devono rendere sicure finestre e porte di casa: meglio se si ha a disposizione un portone blindato. Consigliato anche un sistema di antifurto elettronico o l’installazione di grate purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri. Tra gli altri consigli utili c’è quello di non tenere mai grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore in casa.

E poi ancora: luce e rumore tengono lontano i malviventi: ed allora se si è soli in casa la luce  si può mantenere accesa in due o più stanze per simulare la presenza di più persone.

Se ci si allontana dalla propria abitazione per brevi periodi, invece, la Polizia consiglia di lasciare qualche luce accesa, la radio, l’impianto stereo o il televisore in funzione. Importante è chiudere sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti. Se in casa ci sono oggetti di valore è consigliabile fotografarli  perche,  in caso di furto, sarà facilitata la ricerca. Ma si consiglia anche di sensibilizzare i vicini affinché sia reciproca l’attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento: ed in caso di situazioni sospette non bisogna esitare a contattare il 113.

Se, infine, si è assenti da casa per lunghi periodi non bisogna, anzitutto, far sapere ad estranei i propri programmi di viaggi e vacanze, evitando di pubblicare su social network foto o indicazioni a riguardo. Sarebbe utile anche installare un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione. Da evitare, poi, anche l’accumularsi di posta e pubblicità nella cassetta delle lettere:potrebbe far intuire che si è lontani da casa da tempo: meglio  chiedere ad un vicino di ritirarla.

Questi alcuni consigli: la Polizia di Stato invita la cittadinanza a collaborare attivamente segnalando al 113 l’eventuale qualsiasi situazione anomala o di potenziale pericolo.