FROSINONE/LATINA – 31 MAG – In arrivo gli avvisi bonari per i possessori di fabbricati rurali non ancora dichiarati al catasto edilizio urbano nel Lazio. A renderlo noto è l’agenzia delle entrate che sta per inviare le lettere ai proprietari di 61200 fabbricati rurali che, censiti al catasto terreni dovevano essere dichiarati al catasto urbano già dal novembre del 2012. Di questi fabbricati 15500 sono in provincia di Frosinone, mentre in provincia di Latina ne troviamo solamente 5400.

            L’agenzia delle entrate ricorda anche come regolarizzare la propria posizione, una operazione che fa risparmiare rispetto alle sanzioni previste. I titolari dei fabbricati che aderiranno agli avvisi dell’agenzia, dovranno presentare una dichiarazione di aggiornamento catastale, per beneficiare del cosiddetto ravvedimento operoso. Il risparmio potrebbe andare dal valore tra 1032 e 8264 euro delle sanzioni, ad un importo di 172 euro per il ravvedimento.

            In assenza della dichiarazione l’agenzia delle entrate procederà con le sanzioni e l’accertamento con oneri a carico del titolare. Se nell’avviso bonario che sta per arrivare a casa dovessero esserci delle inesattezze, il proprietario potrà comunicarle all’agenzia compilando il modulo che arriva con l’avviso stesso o utilizzando il servizio online sul sito agenziaentrate.gov.it.