LATINA – 12 LUG – Colpi di pistola contro due ragazzi di colore che stavano aspettando l’autobus. Vanno avanti serrate le indagini dei carabinieri di Latina dopo l’episodio avvenuto mercoledì sera, poco prima delle venti, ad una fermata del trasporto pubblico nella zona di Latina scalo. Quella pistola, ad aria compressa, ha esploso proiettili in gomma contro i due giovani che stavano aspettando l’autobus. Ad impugnarla qualcuno a bordo di un’auto che non si fermata, con i colpi esplosi con la vettura in movimento.

Nulla di più inaspettato per quei ragazzi, tranquillamente in attesa del pullman. Sono di origine nigeriana, hanno 26 e 19 anni e sono stati feriti per fortuna solo in maniera lieve. Ma resta la violenza del gesto, di chiara matrice razzista secondo i carabinieri. Questa almeno al momento è la pista più accreditata, anche se gli investigatori non tralasciano altri aspetti.

Le persone a bordo dell’auto, forse due, potrebbero però avere le ore contate: c’erano infatti alcuni testimoni che hanno fotografato la macchina, si tratta di un’Alfa 156. Quelle immagini saranno quindi fondamentali alle indagini: utili saranno anche le altre telecamere di sorveglianza posizionate in alcuni punti della città.

I due ragazzi hanno riportato solo qualche ecchimosi e sono stati medicati sul posto dal personale del 118 intervenuto. Sono però ovviamente scioccati per quanto accaduto: a loro stanno però arrivando tanti messaggi di solidarietà. A dimostrazione che una integrazione è possibile, nonostante i gesti di qualche delinquente.