LATINA – 02 LUG – Dal prossimo mese di settembre nelle parrocchie delle province di Latina entrerà in vigore una nuova regola per il catechismo dei ragazzi.

Il periodo del «discepolato» sarà solo di un anno anziché gli attuale due; al termine inizieranno i due anni di catechismo per la Cresima. Lo ha disposto il vescovo Mariano Crociata, che ha firmato il relativo decreto accompagnato anche da una lettera ai presbiteri, ai diaconi e ai catechisti della diocesi. Una decisione temporanea presa nell’attesa che sia definito il progetto ZeroDiciotto, con cui prendersi cura dei giovani da zero a 18 anni d’età insieme alle loro famiglie, che tra l’altro comprenderà anche una nuova configurazione del catechismo per la Prima comunione e la Cresima.

Sarà responsabilità dei parroci, con i loro collaboratori, fare in modo che il discepolato di un anno «valorizzi il meglio della proposta catechistica e – ha continuato il vescovo –  dell’esperienza ecclesiale secondo cui è stato pensato». La Cresima sarà celebrata nell’anno corrispondente alla seconda media o, preferibilmente, all’inizio della terza media, «così da assicurare l’aggancio con le iniziative di dopo-cresima che lodevolmente già non poche parrocchie portano avanti».

Ogni parrocchia applicherà il decreto con queste modalità di transizione: nell’anno pastorale 2018-2019 i ragazzi che frequentano la terza media completano il secondo anno di cresima, celebrando il sacramento della Confermazione al termine dello stesso anno; i ragazzi che frequentano la seconda media iniziano il biennio della cresima, completandolo nel successivo anno pastorale e celebrando ancora il sacramento della Confermazione al termine della terza media; i ragazzi che frequentano la prima media iniziano anch’essi il biennio della cresima, secondo quanto stabilito dal presente decreto;

Nell’anno pastorale 2019-2020 i ragazzi che frequentano la seconda e la terza media completano entrambi il secondo anno di cresima, celebrando insieme il sacramento della Confermazione nei tempi stabiliti dal presente decreto;

Con l’anno pastorale 2020-2021 le disposizioni del decreto entreranno a pieno regime.