LATINA – 07 MAG – Insulti, minacce, punizioni sia fisiche che psicologiche nei confronti di bambini e bambine che frequentano un asilo di Latina. E’ l’accusa a carico di una insegnate ora sospesa per 12 mesi.

Secondo gli inquirenti si è resa responsabile di episodi di maltrattamenti su almeno 8 alunni della sua classe. Ad emettere il provvedimento è stato il Gip del Tribunale di Latina a seguito di una accurata indagine da parte dei carabinieri.

Nel mese di marzo sono stati i genitori di una bambina iscritta nella scuola materna dove prestava servizio l’educatrice in questione a presentare la denuncia.

Il sospetto dei genitori è che la bambina potesse essere vittima di maltrattamenti in quanto la loro figlia  – stando a quanto denunciato – mostrava strani comportamenti anche a fronte di un semplice rimprovero.

E poi insonnia, inappetenza, hanno raccontato i genitori. Ma non solo: più volte la bimba ha mimato alla madre ed il padre il gesto degli schiaffi sulle mani. Insospettiti e preoccupati si sono rivolti alle forze dell’ordine.

I militari hanno identificato l’insegnante ed attraverso registrazioni audio e video che hanno evidenziato il comportamento della donna sui piccoli della sua classe. L’educatrice “manifestava  – sostengono i carabinieri – comportamenti ed atteggiamenti aggressivi sia dal punto di vista psichico che fisico si legge nell’ordinanza” .

Come detto, sono almeno 8, stando alle accuse, i bambini vittime dei maltrattamenti dell’insegnante, con una età compresa tra i 3 ed i 4 anni.