LATINA – 20 NOV – “Latina ha un tessuto economico più importante rispetto ad altre realtà regionali, con il Mercato Ortofrutticolo di Fondi che, anche se soppiantato di recente dal Car di Guidonia, rappresenta uno dei centri agroalimentari tra i più significativi del sud. Per questo motivo, come ufficio abbiamo deciso di creare un ‘pool’ di magistrati che in collaborazione con la procura di Latina indaga in modo specifico su questa parte  di territorio, in cui si sono sviluppate nel tempo realtà criminali autoctone, sul modello di Ostia, per i collegamenti con pezzi della camorra e della ‘ndrangheta”. Lo ha detto il procuratore facente funzioni di Roma Michele Prestipino illustrando alla stampa l’operazione della Gdf che ha portato al sequestro a carico dell’imprenditore Sergio Gangemi di beni per circa 10 milioni di euro. “Sull’area pontina – ha aggiunto Prestipino, come responsabile della Dda – abbiamo da tempo dedicato risorse umane, investigative e finanziarie e le indagini stanno dando i loro frutti. Lo dimostrano gli oltre dieci procedimenti penali in cui sono applicati anche i colleghi della procura di Latina”.