LATINA – 10 AGO –  Deve rispondere di incendio doloso aggravato il 45enne di Latina arrestato dagli agenti della  squadra mobile che sono arrivati a lui grazie ad una foto scattata da una passante. La donna   era in auto con la figlia quando, viste le fiamme divampate in via Magenta, ha fotografato la scena. Fuoco e fumo che circondavano la vettura e sulla sfondo la sagoma di un uomo. Una prova schiacciante secondo gli inquirenti che sono arrivati all’uomo.  Secondo la ricostruzione della polizia avallata, il 45enne   aveva bruciato alcuni volantini e riviste ed altri ricordi che, come riferito, lo tenevano legati ad una donna con cui la relazione era appena finita.  Resosi conto che le fiamme non erano più gestibili ha tentato di spegnerle con un cartone, provocando invece conseguenze opposte. Il fuoco è stato alimentato dilagando ben presto anche a ridosso del vicino liceo pedagogico.

 L’attività di contrasto delle forze dell’ordine dunque va avanti serrata, anche con l’ausilio dei cittadini. Gli uomini del comando provinciale di Latina e del reparto territoriale di Aprilia sono impegnati tra Aprilia, Norma e Sermoneta in una vasta operazione anti incendi che ha visto anche l’intervento dell’8 battaglione carabinieri Lazio e di un elicottero del centro di Pratica di Mare. Una vera e propria task force  per  prevenire il fenomeno e preservare la macchia boschiva, già devastata dai roghi delle scorse settimane.

Una attività partita dal nord pontino ma che riguarderà l’intera provincia di Latina con l’obiettivo di assicurare alla giustizia chi mette in pericolo il patrimonio boschivo  pontino, causando danni all’ambiente e al territorio , mettendo in pericolo la cittadinanza.