LATINA – 27 GIU – Due tunisini, di cui uno rintracciato a Latina, sono stati espulsi con accompagnamento alla frontiera, “perché ritenuti pericolosi e contigui ad ambienti dell’estremismo islamico”. Lo fa sapere una nota del Viminale, spiegando che “il primo, un 36enne irregolare sul territorio nazionale, rintracciato a Latina, presentava tre profili Facebook, attraverso i quali si è risaliti a rapporti con personaggi vicini al terrorista Anis Amri, autore dell’attacco compiuto a dicembre 2016 al mercatino natalizio di Berlino e ad Ahmed Hanachi, tunisino già residente ad Aprilia che ad ottobre 2017 uccise due giovani donne alla stazione di Marsiglia”.