LAZIO – 27 APR – Nicola Zingaretti l’ha definita una rivoluzione nel mondo del’assistenza: i cittadini del Lazio, infatti, potranno avvalersi dell’aiuto dei pediatri anche nel weekend e nei giorni festivi.

Si potrà fare una visita, ma anche richiedere certificati e prenotare le prestazioni urgenti.

Arriva, dunque, un nuovo servizio che dopo una prima fase di sperimentazione diventa ora stabile. L’accordo con le associazioni che rappresentano i pediatri  verrà firmato nei prossimi giorni. Dopo una prima fase di sperimentazione, partirà nel mese di giugno il servizio con i pediatri di libera scelta negli ambulatori di continuità assistenziale.

I primi dati della sperimentazione – dicono dalla Regione –  sono stati davvero incoraggianti con oltre 1.100 accessi registrati in pochi giorni in occasione delle ultime festività natalizie. Il servizio dei pediatri diventa ora stabile: si estende su base volontaria in 5 presidi di Roma Capitale e sono in via di definizione ulteriori 4 presidi, uno in ciascun capoluogo di provincia, per garantire l’assistenza su tutto il territorio regionale anche il sabato, la domenica e nei festivi.

I pediatri negli ambulatori di continuità assistenziale, come già avvenuto per i medici di medicina generale, saranno collegati con i sistemi informativi regionali per poter condividere le informazioni a partire dall’Anagrafe vaccinale e avranno inoltre la possibilità di prenotare direttamente le prestazioni urgenti. Promuoveranno, inoltre, l’adesione agli screening, alle vaccinazioni e ai corretti stili di vita e per i bambini dai 6 ai 9 anni potranno rilasciare il certificato medico sportivo per attività non agonistica (una sola volta l’anno) senza costi aggiuntivi per le famiglie.