ROMA – 22 MAG – La Regione Lazio ha autorizzato le Asl del territorio ad indire, pubblicare ed espletare l’avviso pubblico per il conferimento di 106 incarichi di Direttore di struttura complessa (UOC).

A Latina sono 9 gli incarichi per primario autorizzati e riguardano: prevenzione attiva, chirurgia generale, salute mentale, direzione medica, igiene produzioni zootecniche, ortopedia, ginecologia e ostetricia, patologia clinica, medicina generale.

A Frosinone sono 8 gli incarichi per primario autorizzati: direzione sanitaria, oncologia, chirurgia generale, medicina d’urgenza, medicina P.O., gastroenterologia, sanità animale e salute mentale.

Per la prima volta in Italia la Regione Lazio ha avviato le procedure in collaborazione con il Comando Regionale della Guardia di Finanza.

“L’intero iter amministrativo – spiega l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato – mira al rafforzamento della trasparenza ed alle verifiche delle incompatibilità».

Nello specifico la Guardia di Finanza offrirà il proprio contributo per il controllo e la trasparenza nelle diverse fasi del procedimento a partire dal sorteggio dei membri delle Commissioni.

Le autorizzazioni saranno incluse nelle facoltà assunzionali 2019. La Regione Lazio e la struttura commissariale potranno inoltre disporre le necessarie attività di vigilanza, controllo e verifica previste dall’ordinamento nelle diverse fasi del procedimento.

Complessivamente nel Lazio saranno 17 le nuove Unità operative complesse che fanno riferimento alla chirurgia, 12 quelle per la salute mentale, 8 quelle per la medicina d’urgenza, 6 quelle per ortopedia e traumatologia, 5 per Direzione sanitaria, 4 per ginecologia, 3 per neurologia, 3 per urologia, 3 per anestesia, 3 per pediatria,2 per farmacia, 2 per diagnostica per immagini.