ROMA – 22 DIC – Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato, con 26 voti a favore e 22 contrari, la legge di Stabilità regionale 2019 e, con 27 voti a favore e 23 contrari, il Bilancio di previsione 2019-2021. Il voto è arrivato poco dopo le 6.

Irap ridotta per numerose aziende, restano invariate le agevolazioni Irpef degli anni passati. L’’istituzione dell’Azienda Zero della sanità laziale, così come era stato chiesto dalle opposizioni fin dai lavori in commissione Bilancio, sarà oggetto di una specifica proposta di legge regionale. Sono queste alcune delle misure della manovra di bilancio 2019-2021, che, al netto del settore sanitario, delle altre risorse vincolate e delle partite tecniche, ammonta complessivamente a 3,42 miliardi di euro per l’anno 2019, 3,31 mld per l’anno 2020 e 3,27 mld per l’anno 2021.

La legge di Stabilità taglia dello 0,92% l’Irap a numerose imprese del Lazio, in determinati settori, e dello 0,62% alle industrie farmaceutiche. Le riduzioni trovano applicazione per le nuove imprese femminili che si costituiscono nel territorio regionale nell’anno 2019. Restano invariate anche per il prossimo triennio le agevolazioni introdotte negli anni 2017 e 2018 per l’addizionale regionale Irpef con un criterio di progressività per i soggetti con reddito imponibile superiore a 35mila euro e fino a 75mila euro, i nuclei familiari numerosi (con tre o più figli a carico) e quelli con uno o più figli portatori di handicap, gli ultrasettantenni portatori di handicap appartenenti a nuclei familiari con un reddito non superiore a 50mila euro. Per i redditi compresi tra 15.000 euro e 28.000 euro, il prelievo aggiuntivo si conferma ridotto dall’1,6% all’1,1% (da 3,33% complessivo al 2,83%); per i redditi compresi tra 28.000 euro e 55.000 euro, il prelievo aggiuntivo si conferma ridotto dall’1,6% all’1,2% (da 3,33% al 2,93%); per i redditi compresi tra 55.000 euro e 75.000 euro, il prelievo aggiuntivo si conferma ridotto dall’1,6% all’1,5% (da 3,33% al 3,23%); per i redditi oltre 75.000 euro, il prelievo aggiuntivo è di 1,6% (3,33%).

Tra i provvedimenti approvati ce ne sono due che riguardano in modo particolare la provincia di Frosinone: all’interno della Legge di Stabilità è stato inserito l’Hub del 118 da realizzare per l’area Anagni – Colleferro. È La struttura che andrà a raccogliere tutta l’emergenza e l’urgenza sanitaria in quell’area. L’aveva annunciata Mauro Buschini intervenendo alla trasmissione A Porte Aperte su Teleuniverso. Via libera anche alla messa in sicurezza e completamento della Pista Ciclabile Fiuggi – Paliano verso Roma (Pantano), come proposto dal consigliere Sara Battisti (Pd).

Con una norma si interviene in materia di abolizione delle comunità montane e loro trasformazione in unioni di comuni montani e si estendono ai comuni che versano in stato di dissesto finanziario le agevolazioni della compartecipazione agli investimenti in conto capitale finanziati con risorse regionali. Altre norme della legge di Stabilità riguardano: la fusione dei consorzi di bonifica del Lazio, la valorizzazione del patrimonio immobiliare della Regione Lazio, l’avvocatura regionale, la normativa in materia di sanzioni in caso di violazioni nelle aree naturali protette.