ROMA – 24 GIU – Mercoledì ondata di caldo con
bollino arancione, condizioni meteorologiche che possono rappresentare
un rischio per la salute, in 10 città: Bologna, Bolzano, Brescia,
Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Perugia, Rieti e Roma. Lo comunica
il bollettino sulle ondate di calore del ministero della Salute.
Allerta arancione che si registrerà già nella giornata di domani
(livello 2 di rischio) a Bolzano, Brescia e Rieti.

Gli esperti del ministero della Salute suggeriscono di “evitare
l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata (tra
le 11 e le 18); Evitare le zone particolarmente trafficate, ma anche i
parchi e le aree verdi, dove si registrano alti valori di ozono, in
particolare per i bambini molti piccoli, gli anziani, le persone con
asma e altre malattie respiratorie, le persone non autosufficienti o
convalescenti; Evitare l’attività fisica intensa all’aria aperta
durante gli orari più caldi della giornata; Trascorrere le ore più
calde della giornata nella stanza più fresca della casa, bagnandosi
spesso con acqua fresca; Utilizzare correttamente il condizionatore”.

Occorre poi, “seguire un’alimentazione leggera, preferisci la pasta e
il pesce alla carne, evitando i cibi elaborati e piccanti; consuma
molta verdura e frutta fresca. Fai attenzione alla corretta
conservazione degli alimenti deperibili (esempio latticini, carne,) in
quanto elevate temperature possono favorire la proliferazione di germi
patogeni causa di patologie gastroenteriche; Se assumete farmaci, non
sospendere autonomamente terapie in corso ma consulta il tuo medico
curante per eventuali adeguamenti della terapia farmacologici; Fare
attenzione alla corretta conservazione dei farmaci, tienili lontano da
fonti di calore e da irradiazione solare diretta e riponi in
frigorifero quelli che prevedono una temperatura di conservazione non
superiore ai 25-30 gradi centigradi; Se l’auto non è climatizzata
evita di metterti in viaggio nelle ore più calde della giornata (ore
11-18). Non dimenticare di portare con te sufficienti scorte di acqua
in caso di code o file impreviste”.