MODICA – 18 GEN – Promettevano posti di lavoro nei supermercati in cambio di denaro. Ma una arraffati i soldi del lavoro nemmeno l’ombra. La storia giunge dalla Sicilia, da Modica, ed ha per protagonisti in negativo una coppia del cassinate. Lui ha 35 anni, lei 50.

            La vicenda inizia a dicembre scorso: l’epilogo nei primi giorni di gennaio con i due cassinati che sono stati denunciati dalla Polizia.

            I fatti:   secondo la ricostruzione degli inquirenti il 35enne cassinate, spacciandosi per un manager di una grossa azienda di supermercati operante in centri commerciali del ragusano, ha contatto la vittima promettendo l’assunzione della donna e dei suoi due figli presso un supermercato di Modica. Conquistata la sua fiducia il 35enne l’ha convinta ad accreditare le prime somme su una poste pay, risultata  poi ntestata alla complice 50enne. In poco meno di una settimana la vittima ha versato circa 1500 euro.

            Dopo l’ultimo versamento il sedicente manager è diventato irreperibile. Allora la donna, insospettita, si è presentata nel supermercato dove avrebbe dovuto, in teoria, iniziare a lavorare: ma qui le hanno risposto che non si cercavano collaboratori e nessuno conosceva l’uomo con cui aveva parlato.

            Cosi la donna si è rivolta alla Polizia: i due cassinati sono stati identificati  e denunciati. Secondo gli inquirenti hanno già agito con queste modalità in altre zone d’ Italia come Frosinone, Imperia, Viterbo.