MONTE SAN BIAGIO – 23 GIU – Un boato e poi l’incendio, imponente, in un terreno privato a Monte San Biagio. Le fiamme, domenica mattina, intorno alle 7, si sono alzate minacciose in cielo dopo aver avvolto un camion ed un escavatore, parcheggiati momentaneamente proprio su quel terreno dove c’è una villa in ristrutturazione, e che erano impiegati per svolgere dei lavori commissionati dal Comune lì vicino.

Subito sono stati allertati i soccorsi: sul posto si sono portati i vigili del fuoco del comando provinciale di Latina, il loro intervento è durato poco più di un’ora. Le operazioni di spegnimento sono state portate a termine anche con l’ausilio di un’autobotte proveniente da Latina. Nessuna persona è rimasta coinvolta.

Una volta messa in sicurezza l’area, evitando che il rogo si potesse estendere, si cercato di capire le cause di quanto accaduto.

Sulla vicenda avvenuta su quel terreno privato indagano i carabinieri della Compagnia di Terracina e della stazione di Monte San Biagio, intervenuti sul posto, insieme agli agenti della Polizia Municipale.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti a causare prima un boato tremendo e poi il rogo potrebbe essere stato un corto circuito.Anche perché non sono stati trovati inneschi.

Al momento alcuna pista, comunque, viene esclusa. Lunedì mattina è previsto un ulteriore sopralluogo per avere un quadro più chiaro della situazione.