Nord Ciociaria – Maltempo e neve, il resoconto del 26 febbraio

FROSINONE – 25 FEB – Se il timore era quello relativo a come affrontare l’arrivo della nevesi può dire che il piano prevenzione adottato dai singoli comuni abbia dato i risultati sperati grazie al grande lavoro svolto sul territorio da volontari della protezione, vigili del fuoco e forze dell’ordine. Ora tuti gli sforzi sono concertati sul pericolo ghiaccio.

Facendo un resoconto della giornata nell’area a ridosso del capoluogo ciociaro e dei comuni limitrofi la situazione e’stata sotto controllo con la maggior parte della strade liberate dalla neve già dalla tarda mattinata.

    A  Frosinone Il centro operativo della Protezione civile coordinato dal sindaco, Nicola Ottaviani, ed attivo ininterrottamente già dalla giornata di venerdì scorso, ha messo in campo 15 aziende private e circa 100 uomini tra i dipendenti delle stesse aziende e personale dell’ente comunale.

Decine gli interventi effettuati, sia al centro che in periferia, per la salatura delle strade e lo spazzamento degli accumuli nevosi. Incessante il lavoro  della Polizia locale e dei volontari della Protezione civile per le problematiche relative alla  circolazione stradale e, anche, per portare soccorso alle famiglie nelle quali erano presenti anziani o persone non deambulanti. Il comitato tecnico della Protezione civile continuerà a rimanere riunito in via permanente e ad operare h24, fino al termine dell’allerta.

Tanta la neve venuta giù anche a Ceccano. Anche qui si è giocato d’anticipo con il Coc, il centro operativo comunale, guidato da sindaco Caligiore operativo dall’alba. Anche le principali strade della città fabraterna  sono state sgomberate celermente  grazie a lavoro dei volontari, dei vigili urbani e dei privati.

Qualche piccola criticità non è mancata come in via Fosso Fedele con un cavo elettrico che si è staccato a causa della neve. Prontamente sul posto sono intervenuti i tecnici delle Enel, con il supporto delle forze dell’ordine, per mettere  mano alla situazione. Per  il resto della giornata si è proceduto a  trattare le strade con il sale contro il ghiaccio. Anche a BovilleErnica è stata corsa contro il tempo da parte della Protezione civile. Operazioni che sono andate avanti fino a sera per salare le strade.

Venendo ai comuni più piccoli situazione sotto controllo anche ad  Arnara e Torrice con la grande maggioranza delle strade sono state liberate e percorribili già dalla tarda mattinata.

      Anche a Veroli, che piccolo decisamente non è, il piano prevenzione ha funzionato.  Circa venti i mezzi impegnati per pulire le centinaia di chilometri di  strade del comune più esteso della Provincia di Frosinone. Non ci sono state grosse criticità. La squadra di volontari delle protezione civile ed vigili urbani, coordinati dal sindaco Cretaro, si sono occupati anche di alcune persone che dovevano essere sottoposta a dialisi che sono state accompagnate a Frosinone e Sora. Poi si è lavorato contro il gran nemico: ilghiaccio.

Stesso discorso anche a Ferentino. I mezzi spazzaneve e spargisale sono stati in azione dalle 5. Per questo ci sono stati pochi problemi alla viabilità.Neve ma disagi contenuti anche ad Alatri ed Anagni.

Tantissima quella caduta a Vico nel Lazio  con le scuole che rimarranno chiuse fino al primo marzo. Ma ora il pericolo grandissimo anche qui’e’ ovviamente il ghiaccio. L’attenzione e’massima.Grande lavoro anche a Collepardo con le ditte comunali e private impegnate per limitare le criticità alla circolazione.