NORMA – 17 GIU – E’ morto in ospedale l’anziano di 82anni originario di Sermoneta, che era rimasto gravemente ferito dopo aver dato fuoco – secondo i carabinieri – all’abitazione della figlia. I fatti avvennero lo scorso 6 giugno in Via Della Porticina nel comune di Norma.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti l’anziano quella notte, intorno alle 4, era entrato nella casa della figlia ed aveva appiccato un incendio. La donna non rimase coinvolta nel rogo, il padre si.

L’anziano, infatti, fu subito ricoverato al Sant’Eugenio di Roma: aveva riportato ustioni di terzo grado su tutto il corpo. Nelle scorse ore il suo cuore ha cessato di battere.

Quella notte sul posto erano intervenuti i vigili del fuoco per domare le fiamme e mettere in sicurezza l’abitazione. I carabinieri, lo scorso 11 giugno, al termine delle indagini, denunciarono lo stesso 82enne, ritenuto colpevole di aver appiccato quel rogo.

I motivi del gesto sarebbero legati – secondo la ricostruzione degli stessi carabinieri –  a continui dissidi di natura economica tra padre e figlia.