PALIANO – 29 DIC – Un finto carabiniere per una truffa vera: è quella di cui è stato vittima un 44enne di Paliano, che pensava di aver acquistato un telefono a 330 euro. Tranquillo di non incorrere in nessun raggiro, visto che stava comprando da un rappresentante dell’Arma. Tutto falso. La truffa è stata scoperta dai carabinieri della stazione di Paliano, dove il 44 enne ha sporto denuncia, dopo che, versati i soldi, non si è visto recapitare alcunché. I militari hanno denunciato per concorso in truffa ed usurpazione di titoli due pugliesi di 21 e 28 anni, residenti a Taranto e già noti alle forze dell’ordine per reati simili.

Tutto è partito da una inserzione su un sito di vendite online: lì il ciociaro ha visto l’annuncio, trovando anche il numero e chiamando. Al telefono ha risposto uno dei due, che si è presentato come un carabiniere in servizio, inducendo il 44enne a versare su un conto corrente i soldi pattuiti. L’uomo si era fidato anche perché sul profilo whatsapp della persona con cui aveva parlato, c’era proprio la foto di un carabiniere in divisa. tutto studiato ad arte secondo gli investigatori che per questo hanno formulato al pugliese anche l’accusa di usurpazione di titoli.