PATRICA – 01 APR – Tre mesi di tempo per presentare un piano specifico per il trattamento e l’abbattimento degli odori e congiuntamente azioni mirate alla neutralizzazione e mitigazione degli stessi. E’ la richiesta che il primo cittadino di Patrica, Lucio Fiordalisio, ha fatto alle aziende presenti nell’area industriale.

Lunedì mattina il vertice per affrontare una tematica scottante a Patrica: quella delle emissioni nell’aria di odori malsani che stanno creando non pochi disturbi a molti cittadini, ormai costretti a barricarsi dentro casa per non respirare la puzza.

L’incontro si è rilevato soddisfacente per la disponibilità mostrata dalle aziende presenti che, però, hanno lamentato gravi ritardi da parte degli Enti sovracomunali nel rilascio delle autorizzazioni che permetterebbero dei miglioramenti efficaci sugli impianti rispetto alla problematica trattata.

Per il comune di Patrica  quello delle emissioni odorigene è un problema politico e amministrativo, che giace irrisolto da troppo tempo e che non lascia intravedere – dice –  nessun bagliore di risoluzione, nonostante i continui ed incessanti solleciti agli Enti di Competenza da parte delle Amministrazioni Locali.