PICINISCO – 21 LUG –  Un copione scritto e organizzato nei minimi dettagli quello recitato da una 20enne napoletana che ha contattato telefonicamente un farmacista di Picinisco per avvisare che da lì a qualche giorno sarebbe passato un incaricato per l’annuale taratura delle bilance. E che quindi il farmacista avrebbe avuto ancora qualche giorno di tempo per addebitare sulla carta poste pay la somma di 270 euro, quale costo per il controllo del tecnico. Il dottore così si è mosso ed ha atteso , per giorni, l’arrivo dell’incaricato. Al mancato giungere del tecnico il farmacista ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri della locale stazione. Le indagini hanno portato dritto alla 20enne campana, intestataria della carta postale. La giovane, nubile e disoccupata, è stata denunciata per truffa.