PIEDIMONTE – 11 LUG – Ora sarà il comune a farsi promotore presso gli altri enti di una nuova riunione, che coinvolga tutti gli interessati. Si continua a discutere del problema della scarsa illuminazione al di fuori dello stabilimento fca di Piedimonte san germano. È stata la Uilm a sollevare il caso, già da alcune settimane, ed in mattinata il segretario Franco Giangrande ha incontrato il sindaco di Piedimonte.

Si è deciso di cercare di allargare la discussione istituendo un tavolo intorno al quale sedersi per trovare finalmente il bandolo della matassa. Saranno invitate tutte le organizzazione sindacali, la Regione, la Provincia, l’Astral, i consorzi industriali Asi e Cosilam, oltre che ovviamente la direzione di Fca, che in tutto questo ovviamente non ha alcuna responsabilità, e ne subisce le conseguenze, esattamente come i dipendenti.

Con le nostre telecamere siamo andati a vedere la situazione qualche giorno fa: effettivamente le immagini dimostrano come, all’uscita dei dipendenti dopo il turno 14-22, ci siano problemi di sicurezza legati alla scarsa illuminazione sulle strade adiacenti lo stabilimento e alla circolazione stradale.

C’è già stato un vertice tra Asi e Provincia, ora un nuovo incontro in municipio e la proposta di coinvolgere tutti gli enti interessati. Per trovare finalmente una soluzione.