PONTECORVO – 09 MAG – L’indagine è partita dalla morte per overdose di eroina di un 48enne di Pontecorvo il 9 agosto del del 2018.

In queste ore i carabinieri della Compagnia di Pontecorvo, guidati dal capitano Tamara Nicolai, coordinati dal PM della Procura di Cassino, Alfredo Mattei, hanno fermato ed arrestato l’uomo accusato di aver ceduto la dose di eroina che poi si rivelò fatale per il 48enne. Si tratta di un 40enne, anche lui pontecorvese.

L’uomo è accusato di omicidio colposo e lesioni come conseguenza di altro delitto poiché dalle indagini  sono stati raccolti elementi che inducono i carabinieri ad ipotizzare che sia stato lui a cedere la dose letale. E’anche accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Proprio di quest’ultimo reato sono accusate anche altre due persone arrestate nell’ambito della stessa operazione: un uomo di 30 anni di Pontecorvo e una donna di 35, domiciliata a Formia. C’è poi un’altra persona allo stato attuale indagata per lo stesso reato.

Durante l’operazione i carabinieri hanno sequestrato  diversi dosi di eroina: i militari hanno ricostruito anche quella che ritengono essere  una fitta attività di spaccio posta in essere dai tre che – sostengono gli inquirenti –  si rifornivano di eroina sul litorale domiziano.

I due uomini arrestati sono stati portati in carcere a cassino, la donna a Rebibbia.