Regione – Buschini annuncia: “Rifinanziata Garanzia Giovani”

FROSINONE – 12 AGO – Le imprese non possono avere i soldi promessi dalla Regione Lazio per l’inserimento lavorativo dei giovani: perché i centri per l’Impiego della Provincia di Frosinone non hanno la casella di Posta Certificata e quindi non possono spedire la documentazione; le raccomandate tradizionali non vengono prese in considerazione.

            Il capogruppo del Pd in Regione Lazio Mauro Buschini prende atto e raddoppia.

            Da un lato annuncia il rifinanziamento del progetto con altri 20 milioni di euro. Ed assicura che già lunedì mattina ha appuntamento con gli uffici dell’Assessorato Regionale alle politiche del Lavoro per risolvere il problema della Pec.

             Nessuno – assicura Buschini – perderà ciò che gli è dovuto.

            Il progetto è l’edizione 2018 – 19 di Garanzia Giovani, il piano che punta ad avvicinare i ragazzi al mondo del lavoro.

            Le misure sono rivolte ai giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, che non sono iscritti a scuola né all’università, non lavorano e non sono iscritti a corsi di formazione, inclusi i percorsi di tirocinio.

            I numeri delle passate edizioni tracciano un quadro molto definito: i giovani presi in carico sono stati 110mila, 21mila e 500 coloro i quali hanno ottenuto un contratto di lavoro e oltre l’80% dei nuovi contratti sottoscritti è a tempo indeterminato.

            C’è però il problema burocratico. La pratica per far ottenere alle imprese i fondi assicurati dalla regione devono essere spedite via posta elettronica certificata. Ma il sindacato Ugl nei giorni scorsi è stato al Collocamento di cassino per verificare alcune lamentele ed ha riscontrato che non c’è la Pec.

            Un problema al quale Buschini ha assicurato che verrà immediatamente trovata la soluzione.