CASSINO – 03 LUG – Il consiglio regionale del Lazio ha approvato la mozione a sostegno della richiesta di incontro con FCA per parlare della situazione dello stabilimento di Piedimonte San Germano. La mozione approvata dal consiglio andrà ad arricchire la richiesta presentata dalla consulta dei sindaci relativa ad un tavolo ministeriale. Il documento è stato presentato dal Presidente d’aula Buschini e dai consiglieri Battisti e Ciacciarelli.

            Una mozione che ha una premessa fatta di numeri: il calo dell’11% delle immatricolazioni, il dimezzamento delle vendite del marchio Alfa Romeo e 1400 posti di lavoro persi in tre anni nel solo stabilimento cassinate. Numeri che certificano la crisi in atto e contrastano con le azioni messe in campo da Regione e sindaci per il sostegno alle famiglie e al tessuto produttivo.

            Con questa mozione il consiglio impegna Presidente e Giunta ad impegnarsi per: riconoscere lo stato di area di crisi, con intervento del governo anche per l’andamento negativo del settore auto; verificare la possibilità di utilizzare fondi europei per intervenire sulle aziende in difficoltà; chiedere l’apertura di un tavolo ministeriale permanente sulla situazione nello stabilimento con rappresentanti aziendali e i sindaci.

            Il documento è stato votato non all’unanimità. Il movimento cinque stelle ha votato separatamente in quanto non condivideva la premessa relativa al fatto che lo stato di crisi avesse come cause anche l’ecobonus del governo, visto che il piano di investimenti è stato confermato ad Ecobonus già in vigore. Il consigliere Marcelli dei cinque stelle, eletto nello stesso collegio in cui sorge lo stabilimento, parla di mozione insufficiente e strumentale viste le attuali politiche perseguite sull’incentivazione di motori a sempre più ridotto impatto ambientale.