Roccasecca – Ideal, lunedì il giorno della verità. Alle 10:30 tutti al Mise.

ROCCASECCA – 11 FEB – La settimana volge al termine. Il weekend in cui tecnici e consulenti hanno analizzato le carte e messo sul tavolo le loro proposte per perfezionare il passaggio di proprietà della Ideal Standard, sta per lasciare il posto alla giornata di lunedì, quella della verità. Da una parte il fondo estero che gestisce la società di sanitari, che chiude a Roccasecca e non ha molta voglia di discuterne ulteriormente; dall’altra Francesco Borgomeo, l’imprenditore che a capo di una cordata formata da un fondo inglese ed uno italiano vuole riaccendere lo stabilimento.

            Lunedì mattina alle 10:30 nella sala parlamentino del Ministero dello Sviluppo, il Ministro Calenda, la Regione, la società Ideal Standard ed i sindacati si ritroveranno insieme. Quell’incontro, convocato dalla Regione Lazio, è ufficialmente uno dei passi per concludere la procedura di licenziamento collettiva, ma sarà anche il momento di aggiornare sulla compravendita. Ad annunciare che si parlerà anche delle trattative, con una nota è stata la Femca Cisl.

             Poche ore quindi e si conoscerà la verità. Si saprà se la fabbrica di Roccasecca tornerà ad essere operativa, grazie al progetto Saxa Gress con la produzione di selci con base ceramica; oppure se la trattativa si è arenata ed il 14 febbraio si chiuderà la storia dei 330 operai dello storico stabilimento ciociaro che esiste e resiste da 53 anni. Venerdì, giorno dell’ultimo aggiornamento tra le parti, la situazione veniva definita delicata ma a buon punto. Se tutto andrà bene, entro un anno, l’occupazione sarà garantita per tutti i licenziati, ma chi subentra vuole garanzie. Lunedì sapremo se le ha avute o meno.

11/02/2018 FABIO