Roma – Ideal Standard, un mese di speranza: “C’è un possibile acquirente”

ROMA – 12 GEN – Un mese di produzione in più e una flebile speranza legata ad un possibile acquirente. La vertenza Ideal Standard oggi ha vissuto la sua giornata cruciale al Ministero dello Sviluppo, dove il Governo e la Regione sono andati allo scontro frontale con l’azienda, che ha concesso 30 giorni di tempo ed una possibilità di allungare questa proroga. La situazione però sarà più chiara nel pomeriggio.

            La giornata era iniziata con una valanga umana. Nove autobus, centinaia di lavoratori, non solo di Ideal Standard ma anche dell’ITM di Ceprano ad esempio, decine di cittadini pronti a dare il loro sostegno a chi, da un mese a questa parte, sta vivendo un incubo che pare non avere fine. La carovana è partita dallo stabilimento di Roccasecca intorno alle quattro del mattino. I pullman, accompagnati dalla Digos della Questura ciociara e dal reparto mobile, sono arrivati di buon mattino in Via Molise, pronti ad accogliere le delegazioni in entrata nella sede ministeriale.

            All’incontro hanno partecipato il Ministro Calenda ed i tecnici, le delegazioni sindacali, i vertici dell’azienda, la politica: Zingaretti, Grasso, i rappresentanti del territorio con in testa il sindaco Sacco. Piccola contestazione per il Presidente del Senato Grasso, che la scorsa settimana aveva assicurato la sua presenza al Mise ed ha mantenuto la promessa. Qualcuno gli ha detto di andar via, lui ha risposto: “Se volete lo faccio”, ma alla fine è stato bloccato e fatto entrare dagli stessi operai.

CONTINUA NEL TG UNIVERSO….