ROMA – 09 FEB – La Senatrice Maria Spilabotte ha presentato una interrogazione urgente al Ministero dell’Interno e al Ministro per la Semplificazione in merito alle nuove bozze dei decreti 139/06 e 217/05 che dovrebbero riordinare i compiti, le funzioni e le carriere dei vigili del fuoco. Spiega la Senatrice Maria Spilabotte: “Il corpo dei vigili del fuoco rappresenta sicuramente un orgoglio nazionale. Soprattutto in questi ultimi mesi in cui il nostro Paese è stato flagellato da calamità naturali, primo fra tutti il terremoto dell’Italia Centrale, i Vigili del Fuoco si sono distinti nelle operazioni di soccorso e nelle fasi di emergenza e rappresenta una componente fondamentale del sistema nazionale di protezione civile. Le bozze dei decreti di riforma però non sembrano venire incontro alle esigenze più volte sollecitate dalle organizzazioni sindacali di categoria. In particolare, le soluzioni individuate potrebbero rendere ancora più complicata e burocratica la macchina dei soccorsi, scaricando ancora una volta sui lavoratori le difficoltà, non prevedendo per gli stessi,  benefici e valorizzazione. Per questo nell’interrogazione, già sottoscritta da diversi colleghi, ho chiesto se c’è la disponibilità a rivedere i punti salienti presenti all’interno dei decreti in discussione in merito al contratto di lavoro, alle responsabilità negli interventi, alla volontà di assegnare ai Vigili del Fuoco il ruolo di coordinamento nelle fasi di prevenzione e soccorso e di sopperire alla carenza di organico procedendo alle assunzioni delle graduatorie ancora aperte. Infine, di inserire la stabilizzazione delle Unità Cinofile, risultate fondamentali nelle operazioni di soccorso. Su tali tematiche abbiamo anche richiesto al sottosegretario Bocci un incontro per poter rappresentare queste istanze”.