Roma – Treni, firmato il nuovo contratto di servizio per i prossimi 15 anni nel Lazio

ROMA – 22 GIU – Firmato il nuovo contratto di servizio tra Regione Lazio e Trenitalia, ovvero quel documento che regola il servizio ferroviario nella nostra regione su orari, tariffe, tratte e treni. Si tratta di un maxi piano di investimenti da 1,382 miliardi di euro per rinnovare e ‘ringiovanire’ la flotta dei treni regionali del Lazio. La firma è avvenuta nella stazione Tiburtina, con l’accordo sottoscritto dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e dall’amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, l’Assessore regionale Alessandri ed i vertici di FS e Trenitalia.

            Trenitalia contribuirà con circa un miliardo e duecento milioni, il piano ha la durata di quindici anni. Previsto il ringiovanimento totale della flotta che passerà già nel 2023 ad un’età di 6 anni rispetto ai 14 anni attuali, con manutenzionein impianti moderni ed efficienti. Previsti interventi di manutenzione ciclica e di revamping sui treni ad alta frequenza, per un importo complessivo di 110 milioni. Dal 2019 sarà garantita una maggiore offerta negli orari di punta e su alcune linee più frequentate, come quelle da Frosinone, Cassino, Colleferro e per Fiumicino. Quanto alle tariffe la Regione ha deciso di tenerle ferme fino al 2022.

            L’arrivo dei nuovi treni consentirà standard di qualità in progressivo miglioramento sui principali indicatori di performance come puntualità, regolarità, composizione e garantirà alla clientela le più innovative tecnologie di bordo, quali people counter, videosorveglianza live e wifi.

            Un contratto in linea con l’idea del Ministro dei Trasporti Toninelli che ha sottolineato: “Investire in treni locali significa migliorare la qualità di vita delle persone. Al centro del mio progetto da Ministro c’è la realizzazione di spostamenti più leggeri, che permettano anche il trasporto di biciclette all’interno del treno regionale: in questo modo sarà più facile per i cittadini abbandonare l’automobile”.

            Soddisfazione è stata espressa da Nicola Zingaretti.