Roma – Zingaretti: “Alle primarie del Pd ci sarò”

ROMA – 09 MAR – “Io ci sarò anche alle primarie, non  escludo nulla”. Lo afferma in un’intervista a ‘la Repubblica’, il  presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che, dopo la sua  riconferma nel Lazio, si dice pronto a correre alle primarie del Pd.  Zingaretti spiega la sua vittoria, nonostante la disfatta del Pd alle  politiche, con la sua buona amministrazione “certo” ma anche grazie a  “un progetto politico che nel Lazio ha unito tutta la sinistra.  Abbiamo fatto l’accordo con Liberi e Uguali, avevamo con noi i  sindaci, le liste civiche e, soprattutto, i giovani. E’ un modello che rilancia lo spirito dell’Ulivo. Ed è il modello che vorrei proporre a  livello nazionale”.

“Non quell’Ulivo, che è il passato – spiega – ma la sua ambizione sì,  lo spirito innovativo, la voglia di stare insieme e di vincere  insieme”. Zingaretti pensa a una “rigenerazione: non solo del Pd, ma  di tutta la sinistra. E senza accordi calati dall’alto, ma aprendo un  grande confronto, vero e forte”. Rispetto all’ipotesi di un appoggio  da parte del Pd a un governo a 5 stelle, Zingaretti risponde:  “Dobbiamo stare all’opposizione. Non siamo stati noi a deciderlo, ma  gli elettori. Chi ha vinto provi a governare”.        Sulla sua vittoria elettorale e il fattore ‘Montalbano’ Zingaretti  commenta: “Diciamo che sono il fratello di un attore amatissimo che mi ha sempre aiutato in ogni campagna elettorale. Noi Zingaretti offriamo un’idea di famiglia molto unita e molto italiana”. Sulla situazione in Regione Lazio e la mancanza di una maggioranza, Zingaretti commenta:  “Fisserò quattro punti: rifiuti, sanità, fiscalità e sviluppo  economico. Se ci stanno, bene” altrimenti “non sono attaccato alla  poltrona. Arriverei più libero al congresso del Pd”.