SANT’ELIA – 22 DIC  – La sua prerogativa era quella di evadere dagli arresti domiciliari: lo ha fatto per ben 11 volte, 9 solo nel mese di dicembre. Ora Leandro La Marra, 26enne di Sant’Elia, è finito in carcere.

            Lo hanno arrestato i carabinieri della Compagnia di Cassino, agli ordini del Capitano Ivan Mastromanno in esecuzione di un ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere emessa dalla III^ Sezione Penale della Corte di Appello di Roma. Il provvedimento è stato eseguito proprio in seguito alle numerose “evasioni” dal proprio domicilio.

             Il 26enne, con alle spalle già una sfilza di reati, era già stato sottoposto ai domiciliari presso la sua abitazione  dal GIP del Tribunale di Roma,  dopo  che era stato arrestato  il 27 luglio 2017, poiché colto in flagranza di reato per violenza sessuale: i fatti avvennero nel reparto ostetricia di un ospedale  di Roma ai danni di un’infermiera del reparto:

            Da quella data il 26enne si era reso responsabile di ben undici “evasioni” dalla propria abitazione, con conseguenti nove arresti in flagranza operati dai carabinieri che, non reperendolo presso il domicilio, lo avevano sempre rintracciato ed arrestato mentre girovagava per Sant’Elia Fiumerapido e Cassino.

 I restanti due arresti erano stati eseguiti rispettivamente dal personale della Polizia Ferroviaria di Caserta e dai Carabinieri di Torre del Greco. Ora il 26enne è stato portato in carcere a Cassino.