Sora – Frode internazionale e riciclaggio, denunciate 16 persone

SORA – 10 OTT – Riciclaggio e una frode fiscale internazionale per oltre 5 milioni e mezzo di euro messa in atto da una società, operante prevalentemente nel settore edile, con residenza fiscale all’estero.

E’ quanto scoperto dalla Guardia di Finanza di Sora: 16 le persone denunciate a vario titolo per reati contro il patrimonio, riciclaggio aggravato dalla transnazionalità, omessa presentazione della dichiarazioni fiscali e occultamento delle scritture contabili. I soggetti finiti nei guai sono per lo più campani; gli altri sono del sorano e di Roma.

Le indagini, durate più di un anno, hanno fatto emergere quello che gli inquirenti ritengono essere un sofisticato sistema di frode attraverso il quale alcuni imprenditori avevano anche realizzato una truffa ad alcune banche attraverso una società che sulla carta era stata trasferita in Gran Bretagna ma che in realtà – dicono gli inquirenti  – operava a Sora.

Come avveniva la truffa: secondo la Finanza alcuni imprenditori, dopo aver presentato alle banche crediti inesistenti per oltre 2,8 milioni di euro, ricevevano la somma su dei conti correnti di una società Sora.

Gli stessi imprenditori, per non onorare i debiti e per sottrarsi ad ogni tipo di responsabilità,  simulavano una serie di operazioni attraverso la cessione di quote a prestanomi, l’ultimo dei quali di nazionalità slovacca, vari cambi di amministratori, tre trasferimenti di sedi, oltreché l’occultamento delle scritture contabili e l’omissione delle dichiarazioni fiscali.

In realtà – secondo  le indagini –  tutti gli assest societari erano rimasti nelle mani degli stessi imprenditori e l’attività era proseguita nella sede di Sora. Per gli inquirenti la sede inglese del soggetto, trasformato in società di diritto britannico, rappresentava una domiciliazione costituita per aggirare le norme nazionali.

L’operazione di queste ora è l’ottava conclusa dalla Guardia di Finanza del Comando provinciale di Frosinone nel settore del riciclaggio e reimpiego di denaro illecito. In totale sono state denunciate 57 persone e individuati 39 milioni di euro riciclati.