TERRACINA – 08 OTT – Picchia la compagna sul posto di lavoro e poi si scaglia con un piccone contro il figlio ed un amico che erano accorsi per aiutarla.

A Terracina gli agenti del commissariato hanno arrestato in flagranza un 49enne del posto per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali plurime con l’utilizzo di un’arma impropria e minacce aggravate. L’uomo in passato è stato già destinatario di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare.

Era stata proprio la donna a chiedere aiuto al 113 terrorizzata dalla violenta aggressione subita dall’uomo che l’aveva raggiunta all’interno dell’azienda agricola da lei gestita.

Gli agenti a fatica sono riusciti a contenere l’uomo che cercava di colpire anche il figlio della donna, avuto da una precedente relazione, e un suo amico. I due giovani sentendo le grida della madre erano accorsi per vedere cosa stesse accadendo. La donna era dolorante a terra e terrorizzata, mentre il 49enne terracinese stava distruggendo e scaraventando a terra prodotti e cassette dell’azienda. Alla vista dei due giovani, l’uomo ha afferrato un piccone e si è scagliato contro di loro per evitare che si avvicinassero alla donna a terra. Solo l’intervento della polizia ha evitato che la situazione potesse finire in  tragedia. Una volta bloccato il 49enne, gli agenti hanno affidato la donna e i giovani alle cure dei medici, ascoltato le testimonianze dei presenti e sequestrato il piccone.

Accertata la sua evidente pericolosità, per l’uomo si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Latina.