FROSINONE – 28 MAR – Sono state ritrovate le due studentesse scomparse martedì mattina da Frosinone: erano a Terracina in un camping.

Sono state riconosciute dalla polizia che avendo visto dei movimenti sospetti nella struttura, che in questa stagione è deserta, hanno fermato le due ragazze e le hanno riconosciute.

Le due 15enni, originarie di Castro dei Volsci e  Veroli,  hanno raccontato agli agenti del Commissariato che erano arrivate nel pomeriggio di  martedì in autobus a Terracina: entrambe avevano litigato con i genitori e così avevano deciso di allontanarsi da casa.

Le due ragazze avevano fatto perdere ogni traccia: avevano marinato la scuola, spento i cellulari, salite su un treno per Cassino e da lì preso un autobus per raggiungere il mare.  E martedì alle 16,30 i genitori di entrambe avevano denunciato la scomparsa alla polizia.

Per oltre 24 ore, senza sosta, gli agenti della squadra Volante, coordinati dal dottor Flavio Genovesi,della Questura di Frosinone le ha cercate nei bar, negozi, stazioni. I poliziotti hanno sentito testimoni, hanno ascoltato parenti ed amici ed esteso le ricerche in tutto il territorio laziale. Gli inquirenti avevano subito ipotizzato un allontanamento volontario anche se avevano seguito tutte le piste. Mercoledì pomeriggio il ritorvamento.

Una storia, dunque, a lieto fine che oggi possiamo raccontare: la storia di due ragazze tornate a casa sane e salve e che hanno fatto tirare un grande sospiro di sollievo ai loro genitori dopo ore ed ore di apprensione.