FROSINONE – 26 NOV – Fare presto per bonificare le otto aree che ricadono nel Sin Valle del Sacco. Il presidente della Provincia, Antonio Pompeo, ha scritto una lettera al Ministro dell’ambiente e alla Regione per accelerare procedure di bonifica, ferme ormai da un anno.

«E’ indispensabile – dice Pompeo –  che il Ministero dell’Ambiente definisca al più presto le procedure per l’avvio degli interventi e le relative modalità attuative con l’attribuzione dei fondi, senza dimenticare che siamo ancora in attesa di un regolamento per le aree agricole».

Ma quali sono gli otto siti da bonificare immediatamente: “Area ex Olivieri (Ceprano – Falvaterra); ex Cartiera Vita Mayer (Ceprano); ex Europress (Ceprano); ex Cartiera (Ferentino); discarica Le Lame (Frosinone); ex Polveriera (Anagni); SNIA BPD – Bosco Faito (Ceccano); ex Cava Pietrisco Anime Sante (Ceccano).

Anche alla luce di quanto accaduto nelle scorse ore, con la schiuma riaffiorata nel letto del Sacco, la Provincia di Frosinone sta intensificando le azioni di controllo del territorio e dei bacini fluviali con la Polizia provinciale.

Inoltre – assicura Pompeo –  si sta lavorando ad una proposta per mettere a sistema il controllo e il monitoraggio del territorio insieme ai Comuni.