VALLEPIETRA – 27 GIU – Dalle parti del Santuario si grida al miracolo e nei fatti quanto accaduto martedì pomeriggio a Vallepietra rappresenta un fatto quasi inspiegabile. Erano le 13 circa, quando nei pressi di una delle bancarelle presenti a pochi passi dal Santuario dedicato alla Santissima Trinità una ragazza, figlia di un commerciante del posto è precipitata in un dirupo.

            Un volo di circa trenta metri causato, secondo le prime ricostruzioni, da un capogiro della ragazza che si era abbassata per raccogliere un paio di occhiali. La giovane, come detto è precipitata nel burrone, passando tra rocce ed alberi sporgenti per poi finire la sua corsa nella gola rocciosa. I primi soccorsi alla giovane sono stati prestati da un ragazzo del posto, che ha parlato con lei ed ha cercato di raggiungerla mentre allertava Vigili del Fuoco e 118.

            Sul posto in pochi minuti sono arrivate due squadre di vigili del fuoco del comando provinciale di Roma che hanno fatto scattare le operazioni per il recupero della ragazza. Un intervento che si è rivelato lungo e complesso, conclusosi solo intorno alle 18:00 quando la giovane è stata riportata in superficie. Il 118 ha provveduto a trasportarla in un ospedale romano per i controlli di rito, ma la giovane ha riportato solo qualche lieve escoriazione. Chiamatelo come volete quindi, miracolo, caso o fortuna, sta di fatto che lì, nei pressi del Santuario, sarebbe potuta finire decisamente peggio.