Veroli – Raid al “Club Fedelissimi”, 5 Daspo per altrettanti tifosi

VEROLI – 13 OTT – Sono stati irrogati cinque Daspo ad altrettanti tifosi sorani accusati di aver partecipato a quello che gli inquirenti ritengono essere stato un raid premeditato  contro un club di tifosi del Frosinone.

I fatti avvennero lo scorso 3 settembre a Castelmassimo di Veroli, sulla Via Maria. Oggetto del raid fu il “Club Fedelissimi”. Secondo le accuse degli inquirenti ad agire fu un gruppo di tifosi di Sora di ritorno dalla gara giocata dalla formazione volsca ad Alatri e valevole per il campionato di Promozione.

Per gli inquirenti si trattò di un azione coordinata. Tutto durò 1 minuto e 55 secondi.

Ad agire, stando alla ricostruzione degli inquirenti – furono una ventina di tifosi che prima avevano lanciato diverse bottigliette verso la sede del club di tifosi giallazzurri, poi avevano preso a calci tavoli e sedie che erano all’esterno di un bar ristorante vicino, insultando e minacciando i tifosi giallazzurri che si stavano preparando per la gara  di Avellino. Infine si erano dileguati.

Avviate le indagini gli agenti della Digos della Questura di Frosinone ed i carabinieri della compagnia di Alatri  identificarono, grazie a testimonianze ed immagini di videosorveglianza, cinque persone ritenute tra i responsabili dell’episodio. Ora per loro è scattato il divieto di assistere a manifestazioni sportive.

Per due dei tifosi coinvolti, già destinatari di Daspo,  è stata aggravata la misura del provvedimento con l’obbligo di comparizione  davanti alla polizia giudiziaria durante tutte le gare che verranno disputate dal Sora.