VICENZA – 11 LUG – Una truffa da 100 mila euro messa in atto in diverse località italiane made in Ciociaria. E’ quella che hanno scoperto i carabinieri di Piovene Rocchetta, località vicentina, che hanno sgominato quella che viene definita una vera e propria banda. Il gruppo era composto da quattro uomini: due frusinati, un verolano ed un cittadino campano. I quattro secondo la ricostruzione dei carabinieri si spacciavano per tecnici Lottomatica e fingevano di effettuare un controllo per trasferire fondi dal conto della ricevitoria su carte prepagate create ad hoc.

            Per loro è scattata la denuncia con le accuse di associazione a delinquere finalizzata alla frode informatica e al riciclaggio. L’indagine è scattata otto mesi fa, proprio dalla denuncia del titolare di un bar di Cogollo nel vicentino, che aveva subito una truffa da 1500 euro. In quel caso, come avveniva sempre, la scoperta della truffa era avvenuta solo a fine giornata, con la stampa del report.

            Questo fatto aveva permesso ai truffatori di agire con sicurezza ed indisturbati, forti del fatto che la scoperta sarebbe avvenuta quando i truffatori erano già lontani. I carabinieri sono arrivati a loro analizzando le immagini del sistema di videosorveglianza del locale vicentino. Le indagini però non sono concluse ed i militari vogliono capire se dietro la banda ci sia un tabaccaio che abbia istruito i quattro a mettere in piedi il giro di frodi.