Mignanelli: «Frusone pensi alla Raggi. Lorenzin parla da ministro»

FROSINONE – 17 MAG – “Credo che l’onorevole Luca Frusone, più che interessarsi alle dichiarazioni del ministro Lorenzin sulla Valle del Sacco, dovrebbe prestare più attenzione a quanto sta facendo la sindaca del suo partito a Roma. E informarla che l’incapacità a gestire lo smaltimento rifiuti nella Capitale non può farlo pagare ai cittadini di questo territorio. In questo caso, sì, avrebbe fatto qualcosa di utile per la provincia di Frosinone”.

A parlare così è il capogruppo di gruppo misto in Provincia di Frosinone, Massimiliano Mignanelli, politicamente vicinissimo a Beatrice Lorenzin.

“I Cinque Stelle pensano sempre di essere maestri quando rimangono dietro le tastiere dei computer, diventano poi incapaci di assumere una ben che minima decisione quando sono chiamati in prima persona ad amministrare. E lo stanno dimostrando in tutti i territori dove governano”.

“Spiego a Frusone – conclude Mignanelli – che a Frosinone il ministro Lorenzin ha fatto una dichiarazione da ministro. Ossia ha spiegato che sul tema della Valle del Sacco c’è costante attenzione e che senza i dati ufficiali che deve fornire l’Istituto Superiore della Sanità non si può fare nessun tipo di affermazione. Nessuno nega i problemi, e non lo ha fatto nemmeno il ministro, ma ha semplicemente riaffermato la necessità di avere dati precisi”.

“Lo so che è complicato da capire per i Cinque Stelle e per l’onorevole Frusone – conclude Mignanelli – a cui ripeto: lasci perdere la Lorenzin. Piuttosto dica alla sua collega di partito, Raggi, di risolversi i problemi di rifiuti in casa sua e di non scaricare sulla provincia di Frosinone”.