FROSINONE – 20 DIC – Il primo appuntamento per il neotecnico giallazzurro, Marco Baroni, è lì, a pochi passi, e si chiama Udinese.

Sabato pomeriggio il mister toscano è atteso dalla sfida della Dacia Arena contro una formazione che, anch’essa come il Frosinone, si è resa protagonista di un improvviso cambio in panca nelle scorse settimane, con l’esonero di Velazquez e l’inserimento di Davide Nicola.

Baroni ha una missione precisa: entrare nella testa dei suoi giocatori e fornire quell’entusiasmo e quella determinazione parse smarrite nelle scorse settimane.

L’occasione è ghiotta: il match di sabato pomeriggio mette di fronte al neotecnico una diretta concorrente per la permanenza in A, quei friulani che distano solamente 5 punti in classifica.

Per Baroni la vittoria al suo esordio potrebbe non solo significare quindi una svolta nell’animo dei suoi uomini ma anche un deciso avvicinamento ai bianconeri nel discorso salvezza.

Per quanto riguarda invece le questioni di campo, l’allenatore dovrebbe continuare ad utilizzare lo stesso modulo scelto in passato dall’ex Moreno Longo, confermando una linea difensiva a 3 ed un centrocampo folto.

Intanto nelle scorse ore le designazioni arbitrali hanno regalato ai ciociari Paolo Valeri: con il direttore di gara di romano ci sono stati 4 precedenti, 2 nella massima serie nel 2016, ed i primi in Serie B.

Il bilancio è di 1 vittoria, il primo settembre 2007 a Pisa, 1 sconfitta, 2 a 1 con il Vicenza, e due pareggi a reti inviolate, entrambi ottenuti in casa nel primo anno di A con Fiorentina ed Atalanta.