FERENTINO – 06 SET – Arresti domiciliari revocati e  immediata remissione in libertà senza obbligo per l’ex consigliere provinciale nonché consigliere dimissionario del Comune di Ferentino Pio Riggi, coinvolto a marzo scorso nello scandalo relativo al project financing  sul  cimitero cittadino.

Il Gip del Tribunale di Roma Cattiello ha accolto integralmente l’istanza presentata dai legali dell’ex consiglere provinciale, revocando i domiciliari che stava scontando nella sua residenza.

Secondo il giudice per le indagini preliminare  non vi sono esigenze cautelari per mantenere in essere la misura dei domiciliari.

Il difensore di Pio Riggi, l’avvocato Giampiero Vellucci,  ha portato all’evidenza del gip che il suo assistito oltre ad essere incensurato  ha alle spalle   una vita morigerata, fatta di  lavoro e di politica, per cui  nei confronti di Riggi – secondo la linea difensiva –  non poteva sussistere l’esigenza di mantenere i domiciliari. A questo punto Pio Riggi affronterà il processo in stato di piena libertà,  senza alcuna restrizione.