GAETA – 04 LUG – La Polizia di Stato – Questura di Latina nei giorni scorsi ha eseguito un provvedimento cautelare interdittivo a carico di un uomo di Gaeta per atti di violenza nei confronti di un concittadino.

Da  qualche settimana gli investigatori della Polizia di Stato del Commissariato di Gaeta, specializzati nei reati di maltrattamenti, violenze di genere e stalking, si sono  attivati dopo la  denuncia sporta da un uomo  che  lamentava  continui atti persecutori da parte di un pregiudicato del posto. L’esito dell’indagine, effettuata  d’intesa con l’Autorità Giudiziaria,  consentiva di ricostruire il  quadro probatorio.

Durante le  indagini sono stati acquisiti importanti elementi di prova che hanno comportato l’adozione di un idoneo e urgente provvedimento giudiziario.

Già nel corso dell’anno 2017l’uomo  ha raccontato di aver subito percosse, minacce, ingiurie e lesioni personali in diverse occasioni,  nonché pedinamenti con l’autovettura fino all’episodio decisivo,  allorquandosi è verificata in suo danno una feroce aggressione da parte di C.S., di anni 40 di Gaeta. Nella circostanza l’aggressore, dopo averlo rincorso all’interno di un esercizio commerciale impugnando una pistola, lo colpiva ripetutamente con calci e pugni facendolo stramazzare al suolo e cagionandogli la frattura delle ossa nasali.

Il P.M. ha così chiesto ed ottenuto l’emissione dal Giudice delle Indagini Preliminari di Cassino di un provvedimento cautelare personale interdittivo,  con il quale è stato vietato all’indagato di avvicinarsi alla persona offesa, alla sua casa, ai familiari ed ai luoghi  da loro frequentati.

Il soggetto, con trascorsi analoghi che denotano la sua indole violenta, è stato rintracciato presso la sua abitazione e gli è stato notificato il provvedimento cautelare emesso a suo carico con l’avvertimento che qualora dovesse violarlo, potrebbe essere emessa una nuova misura  ulteriormente più restrittiva