ROMA – Questa settimana l’Aia, l’associazione Italiana arbitri, non manderà direttori di gara sui campi dilettantistici del Lazio.

La decisione è stata comunicata dal presidente Marcello Nicchi dopo i gravissimi fatti avvenuti durante un match di Promozione romana: quello  tra Virtus Olympia San Basilio e Atletico Torrenova 1986. Un arbitro di 24 anni, Riccardo Bernardini, è stato aggredito da due persone: preso a schiaffi è caduto sbattendo al testa perdendo i sensi: poi è stato trasportato in ospedale.

Dopo questo ennesimo episodio di violenza sui campi di calcio, l’ottavo nel Lazio dall’inizio della stagione sportiva, arriva una presa di posizione forte e decisa per sollecitare un momento di riflessione da parte di tutti i soggetti coinvolti ma anche dell’opinione pubblica sul tema della violenza nel calcio.

Si valuteranno nuove e analoghe iniziative – si legge nel comunicato ufficiale dell’Aia –  al verificarsi di ogni ulteriore episodio di violenza grave.

Di questo episodio e delle varie situazioni  che troppo spesso si verificano nei vari campi sono stati informati il Presidente Federale, il Presidente della LND e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega per lo Sport.